This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
  • fb
  • tw
  • gp

Incidenti con mezzi pubblici

12 ago 2013 - 09:16
Viaggio in autobus da circa dieci anni, e per le mie necessità mi sposto agevolmente, a parte certi limiti negli orari di servizio. Questo non è un articolo sul disservizio dell'azienda locale, bensì, per sottolineare la sicurezza e la bassa percentuale di sinistri stradali che si verificano su tali mezzi.

E' pur vero che qualche incidente c'è stato, talvolta anche mortale. Chi guida questi mezzi, ha una responsabilità enorme: a pieno carico, si parla di una ventina di persone in quelli definiti "pollicino", destinati al trasporto urbano, fino a sfiorare il centinaio, per quelli destinati alle tratte a medio e lungo raggio.
Come i tram, anche i filobus devono tenere una sorta di corsia, poichè hanno delle "bretelle" collegate ai cavi elettrici sospesi e tenuti da telai sulla quale scorrono con poco scarto. Basta una manovra azzardata da parte di un motociclista o automobilista, ecco che l'autista del mezzo è costretto a frenare bruscamente e, sopratutto chi viaggia in piedi, rischia di cadere rovinosamente a terra in una sorta di domino.

Anche chi sta seduto è soggetto al rischio di lesioni: nell'urto, c'è il rischio che sbatta la testa sul vetro, oppure la schiena sulla spalliera. E' pur vero che bisogna reggersi agli appositi sostegni, cercare per quanto possibile di stare in equilibrio, ma il problema rimane: il più delle volte si viaggia su mezzi carichi oltre misura. In Italia, isole comprese, ovviamente, viaggiano ogni giorno milioni di pendolari: persone che per vari motivi, non hanno la possibilità di poter acquistare un auto, non sono in possesso della patente, e in ultima analisi, per semplice convenienza.

Di recente, in Lombardia, a Milano per la precisione, si sono verificati vari incidenti tra autobus e tram, alcuni anche mortali. Anche la Sardegna fa la sua parte: la furbizia non paga, chi cerca di passare a destra del mezzo in manovra, si ritrova incastrato e l'auto rovinata. Non è sempre colpa degli automobilisti: talvolta anche gli operatori dell'azienda, non sono attenti per vari motivi (cellulare all'orecchio, per dirne una), qualcuno non perfettamente idoneo alla guida, talvolta lo stesso mezzo non a norma.
Atzeni Infortunistica Stradale s.r.l.
Via Cagliari, 2 - 09045 Quartu Sant'Elena (CA)
Codice Fiscale - Partita Iva - N. CCIAA di Cagliari: 03235480922
Capitale Sociale interamente Versato € 90.000,00