This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
  • fb
  • tw
  • gp

MSE 2011: Incentivi per trasformare l’auto a metano o gpl

12 ago 2013 - 09:22
Dal 9 marzo 2011 l’Italia, che segue le direttive europee per la salvaguardia dell’ambiente, ha nuovamente destinato dei fondi per le riconversioni delle auto (a partire delle euro 1 alle euro 5) con un impianto a norma a metano o gpl, investendo per tale incentivo 25 milioni di euro circa, rinnovando in parte quelli dello scorso anno.

Per ottenere tali incentivi occorre presentare una domanda che può essere inoltrata in due modi: via web al sito internet del Consorzio Ecogas, oppure presso le officine di installazione di impianti a metano e Gpl che aderiscono all'operazione (sul sito del Consorzio è possibile trovare l’elenco).

Anche gli importi sono gli stessi dell’anno passato: 500 euro per il passaggio al GPL e 650 euro per il metano, i quali vengono detratti in fattura direttamente dalle officine aderenti all’iniziativa. Non varia neanche il listino dei prezzi massimi per l’installazione che cambiano a seconda del tipo di alimentazione di partenza e vanno da un minimo di 800 ad un massimo di 2.400 euro, oltre agli eventuali extra.

Sono stati inoltre eliminati i limiti di “classe ambientale” (euro 0, 1, 2): i contributi sono estesi a tutti gli autoveicoli. Rimangono, invece, i limiti di dimensione: auto fino a 8 posti e veicoli commerciali fino a 3,5 tonnellate di massa.

Molto importante è il fatto che gli impianti devono essere nuovi di fabbrica. Possono invece, al contrario, fare eccezione le bombole per il metano poiché è concesso che esse siano fornite dal cliente (se è effettuata, tale fornitura va indicata nella fattura).

Il fondo dopo la prenotazione rimane accantonato per 180 giorni e la documentazione relativa va presentata all'officina entro 90 giorni dalla data di collaudo dell'impianto. A loro volta, gli installatori hanno 60 giorni di tempo dalla richiesta per l'integrazione di eventuali pratiche incomplete.

L’assegnazione dell’incentivo avviene secondo un criterio cronologico di prenotazione. Chi fa scadere i termini, perde il diritto agli incentivi. Una volta esaurito il fondo, le richieste in eccedenza verranno inserite in una lista d’attesa.

E’doveroso precisare che l’operazione è riferita esclusivamente alla prima installazione di un impianto a gas per autotrazione su veicoli precedentemente omologati con alimentazione esclusiva a benzina. Questo significa che non è possibile usufruire degli incentivi per la sostituzione del GPL dopo dieci anni dalla prima installazione, né per il passaggio dal GPL al metano e viceversa.
Atzeni Infortunistica Stradale s.r.l.
Via Cagliari, 2 - 09045 Quartu Sant'Elena (CA)
Codice Fiscale - Partita Iva - N. CCIAA di Cagliari: 03235480922
Capitale Sociale interamente Versato € 90.000,00